LA ZINCATURA:

 

Con zincatura a caldo si intende l'immersione dei prodotti ferrosi in vasche di zinco fuso tenuto mediamente alla temperatura di 455°.

 

(per poter procedere a tale lavorazione è necessario predisporre dei ganci di fissaggio che verranno rimossi dai profili al termine della zincatura per questo motivo alle estremità dei materiali ordinati potranno essere presenti dei fori di piccole dimensioni o la zona del taglio alle estremità potrebbe risultare non zincata, inoltre in caso di prodotti finiti verranno effettuati dei fori di 5/10 mm per lo scolo dello zinco in eccesso durante la fase di zincatura)

(a fondo pagina i tempi previsti per la zincatura)


cos'è la zincatura a caldo:

La zincatura a caldo è uno dei metodi più diffusi per la protezione dei manufatti in acciaio dall'ambiente esterno.
La garanzia che il ferro non arrugginisca è data dalla protezione catodica offerta dallo strato di zinco, che in presenza di una scalfittura o di una zona non protetta superficialmente, avendo potenziale minore, si ossida al posto dell'acciaio. 

 

come si esegue la zincatura a caldo:

Il processo di zincatura a caldo si può sintetizzare nelle seguenti fasi:

  • I manufatti vengono trattati con appositi liquidi per togliere eventuali tracce di olii di lavorazione. 

  • La fase di decapaggio, viene effettuata con una soluzione di acido cloridrico al fine di eliminare eventuali tracce di ruggine presenti sui pezzi e ottenere quindi superfici di acciaio puro senza imperfezioni.

  • Lavaggio in acqua, per eliminare tutte le tracce di liquido rimaste presenti.

  • Infine, il materiale viene agganciato per mezzo di fil di ferro, ganci o catene a dei telai che ne permettono l'immersione all'interno delle vasche dell'impianto riempite con zinco fuso a circa 455°.

Sulla superficie del pezzo, a contatto con l'ambiente esterno, si forma una pellicola protettiva di ossidi, carbonati e idrati di zinco che si legano allo strato sottostante isolando così l'acciaio dagli agenti corrosivi, è proprio questa zona di pochi millesimi di millimetro di spessore il segreto della resistenza della zincatura a caldo: la lega funge da vero e proprio legame tra lo strato protettivo di zinco puro e il substrato ferroso da proteggere.

Se il film di "ossidi" viene rovinato, si riformano i composti sopra elencati che garantiscono la protezione totale del materiale. Se addirittura viene rimosso in piccola parte lo strato di zinco (ad esempio graffi o piccole lavorazioni meccaniche) lo zinco circostante e quello legato in lega proteggono l'acciaio elettrochimicamente.

Lo zinco ha un potenziale di riduzione standard più basso del ferro, pertanto si ossida prima, proteggendo fino al suo esaurimento l'acciaio del nostro manufatto.

 

Lo spessore dello zinco dipende da una serie di elementi, tra cui: il tipo di acciaio, il tempo di immersione e la temperatura del bagno di zincatura.

Nella fase di zincatura a caldo del materiale acciaioso, la composizione superficiale cambia e si crea una lega intercristallina tra il ferro dell'acciaio e lo zinco dello strato presente in superficie.

 

i difetti più comuni della zincatura a caldo:

  • Ruvidità consistente, la superficie si presenta molto ruvida ed irregolare;

  • Se il pezzo era ruvido già prima della zincatura (LA ZINCATURA NON COPRE I DIFETTI DI LAVORAZIONE MA LI RENDE PIU' VISIBILI)

  • Se l'acciaio contiene grande percentuale di fosforo e/ o di silicio lo strato di zinco risulterà molto spesso, questo rivestimento comunque aiuta la protezione del manufatto e quindi non c'è assolutamente nessuna motivazione per scartare il pezzo.

  • Se sulla superficie di una buona zincatura si presentano piccoli nodi duri, questi nodi sono causati dall'agitazione delle scorie sul fondo della vasca durante la zincatura, questo tipo di problema non è assolutamente una cosa grave, forse dal punto di vista estetico non è una cosa ottimale ma può tranquillamente essere risolvibile tramite un processo di pulizia o levigatura.

 

Ruggine Bianca:
Ampie macchie bianche o grigie sulla superficie del manufatto zincato sono principalmente ossidi e idrati di zinco, si formano in condizioni di troppa umidità durante il trasporto o lo stoccaggio e successivamente sul prodotto installato se non protetto da vernici. Nello stoccaggio la ruggine bianca va eliminata senza problemi tramite un processo di spazzolatura perché essa favorisce la formazione di carbonati di zinco che possono diminuire la vita del manufatto specialmente se è posto in ambienti molto umidi. La ruggine bianca altrimenti si dissolve naturalmente con l'esposizione nell'ambiente (vedi ad esempio le recinzioni solo zincate, i pali della luce ecc.) e non compromette la funzione della zincatura.

 

 

Altri tipi di zincatura:

 

zincatura a freddo:

La tecnica di zincatura a freddo è differente dagli altri tipi di zincatura essendo un vero e proprio processo di verniciatura, attraverso questo procedimento si applica una vernice a base di resine sintetiche e ricca di zinco. La preparazione per un'ottimale zincatura a freddo avviene con una primaria asportazione della calamina, se presente, la sgrassatura del supporto e spolveratura della superficie allo scopo di ritardare l'ossidazione del materiale prima di essere zincato.
Questo processo è impiegato efficacemente in condizioni climatiche difficili quali gli ambienti marini ed industriali. La zincatura a freddo, pur non raggiungendo i livelli di protezione della zincatura a caldo, viene impiegata come fondo sfruttando le proprietà antiossidanti del metallo, successivamente sarà possibile stendere una seconda mano con lo smalto di finitura colorato.

zincatura elettrolitica:

Ulteriori tipi di trattamento a freddo, come, ad esempio, procedure di zincatura elettrolitica a freddo. Questa, al contrario della zincatura a freddo, è uno dei tipi di lavorazione ottenuta per immersione in bagni acidi o alcalini percorsi da corrente elettrica.

La deposizione di un film protettivo si verifica per elettrolisi, e consente alcuni vantaggi, tra cui la possibilità di rivestire tipi di prodotti  sottili senza deformarli o con fori di piccolo diametro, evitando di otturarli.


Processo di zincatura ad umido:

Nel caso del processo "ad umido" non vi è la fase di flussaggio* (fase n°1 del processo a freddo) e dopo il riscaldamento la zincatura avviene in un bagno di zinco fuso ricoperto da sali di flussaggio*.

 

* Il flussaggio è una fase di preparazione che si utilizza nell'operazione di zincatura di un pezzo in materiale ferroso. Poiché il materiale destinato al bagno di zinco proviene da una precedente fase di pulizia, occorre preservare la superficie del materiale da zincare con una pellicola protettiva, per mezzo appunto del flussaggio, che ne impedisca l'ulteriore ossidazione. Tale pellicola migliora inoltre la reazione tra lo zinco e il ferro della superficie del pezzo quando quest'ultimo viene immerso nello zinco fuso.

 

IL NOSTRO SERVIZIO DI ZINCATURA:

 

Tra i servizi offerti dalla nostra ditta e tramite il Negozio on-line, c'è anche la zincatura di tutti profili in ferro e dei prodotti finiti in ferro che noi produciamo. 

Per meglio spiegare il nostro lavoro, di seguito abbiamo esposto brevemente alcune fasi di lavorazione e i tempi previsti per l'evasione di tale servizio.  

 

Fasi di lavorazione:

  • reperibilità del materiale grezzo

  • preparazione del materiale per la zincheria

  • trasporto e consegna agli stabilimenti di zincatura

  • ritiro del materiale zincato (mediamente dopo una settimana lavorativa)

  • pulizia dalle scorie e sbavature in eccesso della zincatura a caldo

  • imballaggio e spedizione.
     

Tempi di consegna:

I prodotti in ferro venduti nel nostro negozio, si trovano a magazzino allo stato grezzo (ferro nero)
Il servizio di zincatura a caldo viene eseguito dalla nostra ditta su richiesta, per cercare di evitare che lo stoccaggio in magazzino produca ossidi (ruggine bianca) non sempre gradita dalla nostra clientela, questo ci permette inoltre una maggiore flessibilità nel fornire anche prodotti con misure di taglio diverse dal nostro catalogo standard o con lavorazioni, completamente zincati (es. forature, saldature, pieghe, ecc.)  Al momento siamo l'unico negozio in rete ad offrire questo tipo di servizio on-line

La tempistica per la lavorazione del materiale da zincare non è facilmente definibile, in quanto è condizionata dai tempi di consegna delle Zincherie dove noi ci appoggiamo per questi trattamenti, al momento il tempo medio di attesa può variare da 5 a 10 giorni lavorativi a seconda dello stato di congestione dello stabilimento di zincatura.
La nostra esperienza ci ha insegnato che i periodi di attesa più lunghi sono a Luglio/Agosto e Novembre/Dicembre, causati della chiusura degli stabilimenti nei periodi di ferie ad Agosto e festività Natalizie tra Dicembre e Gennaio

Alcuni materiali, come ad esempio i tubi rettangolari, quadri e tubi tondi, possono essere a disponibili già zincati dai nostri fornitori, questo agevola i tempi di consegna in quanto il materiale è pronto non dovrà essere zincato successivamente.